Il castello di Sanssouci

Il palazzo Sanssouci si trova a Potsdam, ed è l’;ex residenza estiva di Federico Il Grande, re di Prussia. Il palazzo, o castello, è situato per esattezza all’;interno del parco di Sanssouci, il quale racchiude anche altri edifici, tra cui l’;università;.

Il nome del palazzo deriva dal francese “sans souci” che significa “senza preoccupazioni”, infatti è stato voluto e costruito perchè il Re desiderava un luogo in cui ritirarsi, lontano dal caos cittadino.

Lo stile

Lo stile generale del palazzo è rococà e si compone di una decina di stanze principali. L’;apprezzabilità; della costruzione è data dal riconoscimento del connubio tra uomo e natura, infatti la sua posizione è su una collina, dalla quale si puà ammirare uno splendido panorama, esso inoltre è circondato da adorabili giardini.

In anni successivi alla costruzione del palazzo Sanssouci, re Federico III fece costruire il Palazzo Nuovo, in stile barocco, per celebrare il potere e la forza della dinastia.

Le sale

Nel palazzo, Federico II ospitava i grandi letterati e pensatori dell’;epoca, è per questo vi è anche una sala chiamata Voltaire. Infatti il filosofo soggiornà nel palazzo per un periodo considerevole, data la tranquillità; del luogo che favoriva la riflessione e lo scambio di pensieri.

Visitando le altre sale si puà ammirare la biblioteca personale di Federico, la sala di marmo, la quale è un’;area celebrativa e centrale del palazzo ricca di dettagli preziosi.

Il parco di Sanssoucci

I giardini intorno sono realizzati tramite dei terrazzamenti, voluti da Federico Guglielmo IV, vi sono tre gradoni di giardini che si affacciano su quello ornamentale, dove è presente una imponente fontana.

Non lontano vi è anche un orto, per continuare il pensiero di Federico, dove ornamento e praticità; creano un connubio che armonizza l’;uomo alla natura.

Nel parco sono anche presenti una pagoda in perfetto stile cinese, oggi sala da tè, e un tempio che Federico volle dedicare a sua sorella. Più di 3000 piante crescono nel parco e si intervallano tra tempietti e statue, in perfetto stile barocco.