Busto di Nefertiti

Il Busto di Nefertiti si trova all’interno del Ägyptisches Museum, il Museo Egizio di Berlino. Dal 2010 il Museo Egizio è stato spostato nel Neues Museum,  nell’isola dei musei, la quale raccoglie altri musei di Berlino.
Il Museo Egizio di Berlino espone al suo interno diverse reperti archeologici, come sarcofagi, statue e mummie, che lo rendono uno dei più ricchi ed importanti al mondo.

Il Busto di Nefertiti al Neues Museum di Berlino

Il Busto di Nefertiti è il reperto più importante del museo, sorvegliato a vista e conservato all’interno di una teca e non è possibile nemmeno fotografarla.
Il Busto della regina Nefertiti è un reperto che risale a 3.400 anni fa, ma solo dal 1912 il reperto si trova in Germania, quando l’archeologo Ludwig Borchardt la portò dall’Egitto. Ancora oggi esiste una contenzioso tra Germania ed Egitto per riportare il busto di Nefertiti nel suo paese d’origine.

Büste der Nofretet: la regina Nefertiti d’Egitto

Il Büste der Nofretet, la regina Nefertiti d’Egitto, regnò insieme al marito Akhenaton durante il periodo Armaniano. Purtroppo sulle origine della regina Nefertiti si sa ben poco, ma si suppone che Nefertiti appartenesse ad una famiglia nobile, il quale il padre, un’ufficiale egiziano, aveva servito fedelmente per tutta la vita il faraone Amenofi III. Nefertiti ebbe ben 6 figlie e nemmeno un erede maschio.

Le ipotesi sul busto di Nefertiti

Sul busto della regina Nefertiti ci sono diverse teorie, le quali sostengono che il busto di Nefertiti sia un falso. Lo studioso svizzero Henri Stierlin suppone che il busto sia una riproduzione, costruito nel 1912 utilizzando dei pezzi ritrovati nella tomba. La teoria si vanta anche del buonissimo stato di conservazione del busto e di come siano state tagliate le spalle del reperto. Infatti nell’Antico Egitto, le spalle venivano tagliate in orizzontale, mentre le spalle della statua al giorno d’oggi ci sono pervenute tagliate in verticale. Altri studiosi affermano invece che il busto di Nefertiti sia stato sostituito per volere di Adolf Hitler, durante i bombardamenti del 1945 che devastarono la città di Berlino nella Seconda Guerra Mondiale.

Salva