Guida per trasferirsi a Berlino

Berlino è una delle mete preferite da tanti italiani non solo per le vacanze, ma anche come città estera dove andare a vivere. Ci sono tante ragioni per cui proprio la capitale tedesca viene scelta dai nostri connazionali: la bellezza della città, le opportunità di lavoro che sono disponibili sia per chi parla già il tedesco che per coloro che vogliono lavorare in inglese (o in alcuni casi anche in italiano), ottimi servizi e in generale l’impressione che a Berlino ‘le cose funzionino’.

Trasferirsi a Berlino: ecco cosa serve

Sebbene compiere questo passo possa sembrare complicato per via delle tante questioni burocratiche da affrontare, dalla ricerca della casa alla registrazione con le autorità, informarsi e arrivare a Berlino già preparati (e armati di un pizzico di pazienza) vi aiuterà a districarvi tra la burocrazia tedesca.

Leggi anche:

  1. Come arrivare a Berlino quale mezzo di trasporto scegliere tra treno, aereo, bus, auto
  2. Come prenotare un biglietto aereo economico per Berlino scegliendo il periodo migliore con più offerte e le compagnie low cost

Prima di partire per Berlino

Se volete arrivare a Berlino senza preoccuparvi di dove dormirete i primi giorni, in modo tale da cercare un appartamento con calma, potete considerare l’opzione di prendere in affitto una stanza temporanea o una casa vacanze, ad esempio tramite il sito Airbnb. Inoltre, ricordatevi di portare con voi documenti come la tessera sanitaria o delle buste paga (di solito le ultime tre) che vi serviranno per affittare una casa a Berlino.

Leggi anche:

  1. Dove dormire a Berlino hotel, b&b, appartamenti e case vacanza
  2. Affittare una casa vacanza per i primi tempi

Trovare una casa

Alcuni raccontano di quanto sia complicato trovare un appartamento a Berlino, ma non lasciatevi scoraggiare! Che siate da soli o in coppia, potete orientarvi sia per la ricerca di una stanza in un alloggio condiviso (WG) che per un appartamento tutto per voi. Ricercate annunci per stanze o appartamenti in affitto ovunque sia possibile: siti web (ce ne sono diversi che potete consultare, come ad esempio WG – Gesucht, City-Wohnen o Immowelt), agenzie immobiliari, annunci sui giornali o anche in luoghi pubblici. Se questo processo dovesse richiedere più tempo di quanto speravate, una possibile soluzione è il subaffitto temporaneo, approfittando magari di qualche inquilino che va in vacanza o che lascia la città per qualche settimana o mese.

Una volta pronti a procedere alla ricerca di un alloggio, è consigliabile arrivare ‘preparati’, ovvero essere a conoscenza e ottenere in anticipo tutti i documenti di cui avrete bisogno per iniziare questo processo. Oltre a un documento d’identità avrete bisogno di un certificato rilasciato da la Schufa, agenzia nazionale per la tutela della sicurezza dei crediti che dimostri che non siete cattivi pagatori e delle buste paga, mentre di solito la caparra ammonta a tre mesi d’affitto.

Quando vi informate sul prezzo mensile dell’appartamento al quale siete interessati, fate attenzione ad alcuni termini: quando un annuncio riporta un prezzo NettoKaltMiete, significa che è al netto delle spese condominiali, mentre con WarmMiete si intende il prezzo lordo. Quindi, se l’affitto è di una certa cifra inkl. (inklusiv), vuol dire che quello indicato è il prezzo finale. Se, al contrario, il prezzo è Nebenkosten, le significa che le spese condominiali non sono incluse.

Anmeldung

Uno dei vostri primi incontri con la burocrazia tedesca avverrà quando dovrete procedere alla registrazione del nuovo domicilio. Una volta arrivati a Berlino dovrete infatti registrarvi con l’ufficio di competenza della zona in cui vi trovate. Ci sono circa 40 Bürgeramt (uffici anagrafe) a Berlino. Questa registrazione va modificata ogni volta che cambierete domicilio, e annullata nel caso decidiate di lasciare la città. È consigliabile prenotare un appuntamento con il Bürgeramt il prima possibile dato che i tempi di attesa possono essere lunghi per via del boom di persone che si trasferiscono a Berlino negli ultimi anni. Prenotate l’appuntamento online o per telefono, mentre è sconsigliabile recarsi direttamente agli uffici per via delle lunghe file. Una volta ottenuto l’appuntamento ricordatevi di portare con voi un documento d’identità (passaporto o carta d’identità) e il contratto d’affitto. Nel caso abbiate subaffittato un appartamento o non abbiate tale contratto, è sufficiente una dichiarazione firmata dal vostro proprietario (che potete trovare online qui). Quando compilate i moduli necessari alla registrazione, fate attenzione al campo “Religion”. Esiste una tassa regionale sulla religione di appartenenza, quindi è consigliabile non lasciare la casella in bianco per evitare futuri problemi.

Per chi decide di trasferirsi a Berlino, entro i 12 mesi dall’arrivo è necessario iscriversi all’Aire, Anagrafe dei cittadini Italiani Residenti all’Estero.

Assicurazione sanitaria

Per i lavoratori dipendenti, quello dell’assicurazione sanitaria non è un gran problema perché è data automaticamente. Per gli altri, è importante pensare all’iscrizione alla Krankenkasse, e valutare se affidarsi a un’assicurazione pubblica o privata.

Cercare lavoro a Berlino

Prima di trasferirsi a Berlino in maniera definitiva è necessario procurarsi un lavoro. Se non sapete da dove iniziare nella vostra ricerca di un lavoro nella capitale tedesca, vi consigliamo di dare uno sguardo ai tanti siti web internazionali specializzati nelle offerte di lavoro in Germania e a Berlino. Tra questi, i più conosciuti sono Indeed.com, TheLocal.de, StepStone.de, Linkedin. Questi siti saranno utili sia che siate alla ricerca di un impiego in tedesco che in inglese, che nel caso in cui non parliate ancora la lingua. Nel secondo caso vi consigliamo anche di controllare gli annunci di lavoro di imprese multinazionali e StartUp. Berlino è diventata negli ultimi anni una sorta di paradiso europeo delle StartUp e molte lavorano esclusivamente in inglese. In alcuni casi è anche possibile trovare impieghi che richiedano l’italiano come lingua (quasi) esclusiva. Quasi sempre una certa conoscenza o dell’inglese o del tedesco è requisito fondamentale.

Lavoro a Berlino

Visita la nostra rubrica sulle offerte di lavoro a Berlino

Corsi di tedesco a Berlino

Per chi arriva in città con una buona conoscenza dell’inglese, imparare il tedesco può sembrare in un primo momento superfluo, ma vi accorgerete che se avete intenzione di vivere a Berlino imparare la lingua locale è importante, se non necessario. Dall’incontro con la burocrazia tedesca, alle conversazioni al supermercato e all’ordinazione al bar, ma soprattutto per integrarsi realmente con il paese e i suoi cittadini, è importante parlare e capire il tedesco. Sono tantissimi i corsi disponibili in città, e alcune scuole propongono anche dei corsi intensivi, come quelli offerti dalla DeutschAkademie.

Come imparare il tedesco

Ti proponiamo dei corsi online di tedesco per imparare la lingua senza dover seguire le lezioni in aula

Vivere e integrarsi a Berlino

Uno degli aspetti più belli dell’andare a vivere a Berlino è la varietà di attività ed eventi che la città offre ogni giorno. Diventare parte della città ed entrare in contatto con i cittadini è fondamentale se avete deciso di fare di Berlino la vostra nuova casa. Approfittate della vivacità culturale della città, informatevi sugli eventi che più sono in linea con i vostri interessi, esplorate il vostro quartiere per rendervi conto dei maggiori punti d’incontro della zona. Iscrivetevi al sito web MeetUp, qui troverete centinaia di gruppi di persone che organizzano attività di ogni tipo per tutti i giorni. Dal corso di Yoga, al guardare le partite di calcio insieme durante il weekend o organizzare un tavolo di conversazione tra tedeschi e stranieri, avrete l’imbarazzo della scelta e sarà un’ottima opportunità per conoscere altri stranieri così come molti cittadini locali e sentirvi parte di Berlino.

Guarda la sezione: Eventi a Berlino